La cascata (o fontana) di ghiaccio offre un immediato e imperdibile refrigerio dopo la sauna, il bagno di vapore o qualsiasi trattamento che innalza la temperatura corporea.

Il cliente può comodamente disporre del ghiaccio prodotto da un generatore professionale installato a soffitto o a parete. Il ghiaccio può essere raccolto in un contenitore di qualsiasi forma e design, immaginato per enfatizzare l’effetto scenografico del centro benessere, in armonia con qualsiasi stile architettonico.

La sua posizione ideale è nei pressi delle cabine più calde o all’interno di un area frigidarium che preveda altre soluzioni per ottenere un abbassamento repentino della temperatura corporea e quindi offrire al cliente la straordinaria sensazione di benessere che la reazione comporta.

L’idea del repentino contrasto caldo-freddo deriva dalla tradizionale usanza dei popoli nordici di tuffarsi nella neve dopo la tipica sauna finlandese. Per noi italiani non è così semplice e naturale, anzi sembra quasi contrastare con l’idea generale di relax.

E invece gli effetti benefici di questo trattamento sono diversi: il ghiaccio infatti, a contatto diretto con la pelle, riequilibra la pressione arteriosa, rende più elastici e tonici i tessuti muscolari, stimola la circolazione sanguigna e rafforza il sistema immunitario, favorendo l’eliminazione delle tossine e delle scorie. Questa reazione termica glaciale riattiva i vasi sanguigni e i capillari ed è particolarmente indicata contro l’ipotonicità, l’astenia e i disturbi del sistema circolatorio.

Il ghiaccio tritato, attraverso la retroilluminazione della vasca, permette inoltre di usufruire della terapia dei colori o cromoterapia. E’ un’esperienza olistica e sinestetica, un percorso rilassante e rigenerante, in cui corpo e mente vengono trasportati su frequenze impossibili da trovare nel tran-tran della vita di tutti i giorni.

Recommended Posts