Il massaggio Pindasweda è un trattamento particolare che si esegue con dei sacchetti contenenti erbe medicinali e oli essenziali imbevuti nell’olio caldo.

La pratica di origine indiana, che significa letteralmente “aiutare il corpo a sudare”, sfrutta l’azione benefica del calore per alleviare le tensioni muscolari.

Il rivestimento del sacchetto deve essere di una fibra naturale (seta o cotone), preferibilmente morbida. Le erbe contenute all’interno del sacchetto dovranno essere spezzettate, ben essiccate e imbevute nell’olio caldo. Si tratta di erbe facilmente reperibili, come camomilla, rosmarino, malva, lavanda, calendula, biancospino e tiglio.

Il trattamento inizia con un massaggio rilassante con olio medicato dalla durata di circa 20 minuti. Successivamente con i tamponi si compiono movimenti rotatori, picchettamenti e pressioni in alcune zone specifiche. Dopo una fase di relax e rilassamento di circa 30 minuti, il trattamento si conclude con un bagno caldo.

Consigliato in caso di affaticamento, dolori articolari e muscolatura contratta, è molto utile contro artriti, reumatismi, artrosi e dolori cervicali. Migliora la circolazione linfatica e quella sanguigna. La sudorazione, stimolata dal trattamento, favorisce infine l’eliminazione delle tossine e delle impurità della pelle, rendendola più tonica e luminosa.

Recommended Posts